[Articolo di Elvio Rocchi del blog Spiragli di Luce ]

Che cosa è la meditazione?

La meditazione è una pratica antichissima, che può apportare meravigliosi benefici a livello del nostro corpo, del nostro cuore e della nostra mente.

Prima di avventurarmi nella risposta vera e propria, intendo svelarti, il “taglio” che ho deciso di dare a questo post.

SEGUICI SU FACEBOOK ;-)

Quando Amos mi ha dato l’okey, nella mia mente c’erano due o tre idee che danzavano tra loro…ma proprio non riuscivo a decidermi su quale fosse la migliore.

A guidarmi è stato il seguente principio: in rete esistono già migliaia di articoli che ci spiegano cosa sia la meditazione, da quali tradizoni derivi e gli esercizi e le modalità per praticarla.

Continuavo a chiedermi: come riassumere tutto in un unico post? Come riuscire a comprimere tutto in un solo articolo?

Ecco la risposta che mi sono dato:

proprio perché in rete c’è così tanto e proprio perché in ogni libreria (e persino all’autogrill), c’è una sezione dedicata alla meditazione, io te ne parlerò in modo personale: ti racconterò la mia esperienza con questa meravigliosa pratica.

 

esercizi-di-crescita-personale-risveglio-coscienza-meditazione-buddismo-osho

 

“Elvio, quando hai iniziato a meditare?”


Quando mi pongono questa domanda, rispondo che ho iniziato sette anni fa, nel 2009, presso la mia prima scuola di yoga, a Bologna.

Vero, ma fino a un certo punto. Perché, in realtà, la mia prima meditazione la feci all’età di nove anni.
Si, perché a quell’età ho iniziato a suonare il violoncello.

E nonostante mi sforzassi di rimanere concentrato, proprio non ci riuscivo: pensavo a cosa era successo a scuola, a cosa avrei dovuto fare non appena finito di suonare, mi immaginavo come conquistare la mia prima fidanzatina o, peggio, visualizzavo qualche possibile punizione che i miei mi avrebbero impartito per qualche marachella combinata.

Insomma, pensavo a tutto, tranne che alla musica. Si potrebbe obiettare che è normale per un bambino così piccolo.

E, in effetti, è vero…è normale! Nel senso che tutti lo facciamo, che a tutti ci succede!
Il problema, però, è che a me non piaceva affatto.
elvio-rocchi-violoncello
Perché?

Perché il fatto di pensare non mi permetteva di godermi la musica. Ero lì ma allo stesso tempo non c’ero.
E quando smettevo di suonare sentivo un senso di delusione, dovuto alla sensazione interiore di non aver suonato al massimo delle mie possibilità, di non aver “dato tutto”.

E fu proprio l’amore per la musica che mi spinse a trovare una tecnica tutta mia per concentrarmi:
mi visualizzavo dentro a una “bolla” in cui c’eravamo solo io e il violoncello.
La stanza in qualche modo “spariva” ed anche i pensieri rallentavano per poi andarsene.

Senza saperlo, ero entrato in contatto con una tecnica portentosa, a cui tutto questo articolo (e buona parte del mio blog) è dedicato!

 

Ma vogliamo addentrarci nei benefici della meditazione?
Personalmente, ne ho identificati quattro

1 Rilassamento


La meditazione ha la capacità, in poco tempo, di rilassare completamente il nostro corpo.

Quando il corpo si rilassa è molto facile che i pensieri diventino più tranquilli e che eventuali emozioni negative quali ansia, rabbia, preoccupazione, invidia o gelosia si calmino, inizino a trasformarsi.

2 Creatività


Ma come? – obietterà qualcuno – che c’entra la meditazione con la creatività?
C’entra, eccome.

Devi sapere, infatti, che da quella volta in cui presi il violoncello in mano a nove anni, beh…non ho piu smesso di suonare! La musica è diventata la mia prima passione, il filo di Arianna che mi conduce attraverso i vari labirinti che la vita mi presenta.

La mia esperienza mi ha insegnato che molte idee arrivano proprio durante la meditazione.

Voglio scrivere una canzone? Non è certo pensandoci che arriverà l’ispirazione. Al contrario. Mi siedo. Mi rilasso. Medito. E, ad un certo punto, “come per magia”, arriva l’idea.

Finisco di meditare, ringrazio, mi alzo e inizio a suonarla.

p.s. anche questo stesso post lo sto scrivendo dopo aver meditato 😉

 

3 Conoscersi

Mi sembra quasi di sentire una voce che esclami: Ah, non solo ci rende creativi, ma addirittura ci aiuta a conoscerci?!

Proprio così: ci aiuta a conoscerci.

I filosofi fin dai tempi dell’antica Grecia, ci hanno insegnato l’importanza di conoscere noi stessi e personalmente credo che prendere coscienza di chi siamo sia l’essenza del nostro benessere, l’ossatura che regge la nostra felicità.

Io sono un ingegnere che ha deciso di licenziarsi per fare a tempo pieno il musicista.
Eh si, questa non te l’avevo detta prima.

Ho iniziato da piccolo a suonare, poi mi sono lasciato condizionare da chi mi diceva che era meglio un “lavoro sicuro” per poi, una volta che il lavoro sicuro ce l’avevo, ribaltare tutto ancora e tornare a seguire la mia più grande passione, la musica.

E quindi chi ero?

L’ingegnere che voleva il lavoro sicuro? Direi proprio di no.

È stato solo ascoltandomi, ascoltando il mio cuore che sono arrivato a “sentire” (prima ancora di capirlo, razionalmente) che la mia missione in questa vita era realizzare il sogno della musica.

In qualche modo ho conosciuto me stesso, un me stesso che ha un passato da ingegnere, che non rinnego, e un presente da musicista.

Ma cosa c’entra la meditazione?
C’entra eccome, perché è proprio quando ci sediamo lì, da soli e magari al buio, che entriamo in contatto con la nostra parte più autentica

 

 4 Guarire

Qualcuno direbbe che la “sparo grossa”. Può darsi. O può darsi di no. Diciamo che se si pensa di sedersi nella posizione del loto, alzarsi dopo venti minuti e veder risolti i suoi problemi alla schiena o allo stomaco, beh, questo è un po’ improbabile.

Non sottovalutiamo però l’effetto farfalla.

Ovvero, quell’effetto secondo cui anche un piccolo cambiamento ne può provocare uno un po’ più grande, il quale ne provoca uno più grande ancora e così via.

Grazie alla meditazione io sono arrivato a smettere di fumare, ad esempio. È stato il nuovo me stesso, conosciuto in meditazione, che ha avuto l’idea, la volontà e la perseveranza necessarie per smettere.

 

In conclusione…

…caro lettore e cara lettrice, la meditazione è, a mio parere, una pratica meravigliosa.

Possiede anche altri benefici ed ho deciso di parlartene prima di salutarti, perché non avrei saputo “incasellarli” in un titolo.

Voglio riassumere il concetto con una frase del monaco tibetano Younguey Mingyur Rinpoche, il quale afferma che, quando si siede a meditare, la sensazione è quella di incontrarsi col suo migliore amico, e questo migliore amico con cui si incontra è proprio sé stesso.

Anch’io ho avuto la stessa sensazione.

E anch’io, proprio come Yonguey Mingyur ho sofferto l’ansia. Ebbene si, persino io che ho un blog su questi argomenti e (soprattutto!) persino lui che è un Lama dell’era contemporanea, ne ha sofferto. Per poi liberarsene. A dimostrazione che l’ansia si può sconfiggere.

elvio-rocchi
Meditare mi ha fatto capire, infine, che la solitudine non esiste.

Anni fa mi vergognavo tremendamente se dovevo fare qualcosa da solo: andare al cinema, ad esempio. Se non trovavo un amico, era quasi impossibile.

Cercavo di vincere la resistenza che sentivo con ben pochi risultati.

Meditando, però, ho iniziato a sentire interiormente che non avevo più bisogno degli altri, e che questo bisogno era in realtà una dipendenza emotiva e, insieme, una paura a stare solo con me stesso.

Attenzione, non sto dicendo che adesso non mi faccia piacere uscire con un amico…sto solo affermando che, nel caso in cui mi trovo a dover praticare da solo una determinata attività, mi sento perfettamente a mio agio nel farlo.

Pensa che sono tornato a fine luglio da un viaggio di sei mesi da solo, in Colombia.
Dieci anni fa, probabilmente, non sarei andato da solo neppure tre giorni a Parigi.

E come si pratica la meditazione?

Ti ho accennato prima che scrivo un blog, si chiama Spiragli di Luce ed è dedicato alla crescita personale ed alla spiritualità.

Troverai i miei 5 esercizi spirituali in cui parlo più approfonditamente della meditazione e come praticarla.

Ringrazio Amos che mi ha permesso questa bella collaborazione e ringrazio te della pazienza nell’avermi letto, ti ricordo che se vuoi commentare o fare domande sarà un piacere risponderti.
Grazie.

Elvio

Mi chiamo Elvio Rocchi e sono un ingegnere che ha deciso di lasciare il suo lavoro per fare il musicista, blogger e viaggiatore. Contestualmente a questo cambiamento ho iniziato un percorso di crescita personale che racconto qui su Spiragli di Luce

 

SCOPRI ANCHE LA MEDITAZIONE GUIDATA PER IL RIEQUILIBRIO DEI 7 CHAKRA

Meditazione guidata riequilibrio7 Chakra

Banner orizzontale 3

>>> Inizia OGGI a a Difendere Consapevolmente la tua Salute, comincia da qui: www.Cibidaevitare.it