Ecco cosa ti manca per iniziare a migliorare la tua vita…

DIFENDI LA TUA SALUTE

Accedi al Corso Gratuito in 5 lezioni che ti svelerà:

  Il segreto più nascosto dalle multinazionali alimentari
  Tutta la verità sugli additivi alimentari
  I 3 errori più comuni sul mangiare sano e come non commetterli più!
Accedi con Facebook
Oppure inserisci qui la tua mail:

ConsapevolezzaForse hai già letto decine di articoli di questo blog, forse conosci tantissime informazioni, forse ti sei anche già iscritto al mio corso gratuito, ma ancora non hai iniziato a migliorare la tua vita… Perchè?

 

Ecco cosa ti manca per iniziare a migliorare la tua vita…

 

Per iniziare ad agire hai bisogno di qualcosa di essenziale, qualcosa però che nessuno può insegnarti, qualcosa che solo tu puoi ottenere: Consapevolezza!

La differenza tra conoscere la verità, conoscere un problema e invece esserne consapevoli è la stessa che passa tra conoscere l’esistenza del pane e invece assaggiarlo, percepirlo!
È nel momento in cui si percepisce il problema che si cambia, fino a quando il problema lo si conosce solo nella propria testa non si cambia…

Quindi un conto è sapere, per esempio, che il cibo industriale è pieno di schifezze, un’altro conto è esserne consapevoli e agire di conseguenza.

Tante persone conoscono le informazioni, ma poche agiscono…

Viviamo in un mondo in cui raggiungere la consapevolezza sembra sempre più difficile, un mondo deresponsabilizzato, in cui ogni persona vive aspettando che qualcun altro risolva i suoi problemi, in cui ogni persona rimanda sempre il momento di agire, nell’attesa di informazioni più chiare, più dettagliate, in attesa di istruzioni che vengano dall’esterno, in attesa di una guida alla quale attribuire la colpa dell’eventuale fallimento…

Non è così che funziona, se desideriamo cambiare la nostra vita è necessario che impariamo a prendere su di noi la responsabilità delle nostre azioni, è necessario che coltiviamo la nostra consapevolezza fino a percepire il problema, al di la delle informazioni!

Ecco un piccolo esempio tratto dal libro “Messaggio per un aquila che si crede un pollo” di Antony de Mello:

Ricordo un prete di Chicago, che quando studiavo psicologia, ci diceva: “Sapete, avevo tutte le informazioni che mi servivano; sapevo che l’alcol mi stava uccidendo e credetemi: niente può cambiare un alcolizzato – nemmeno l’amore di sua  moglie e dei suoi bambini. Lui li ama davvero, ma questo non lo fa cambiare. Ma scoprì una cosa, che mi ha cambiato. Un giorno, ero steso su un marciapiede e piovigginava. Aprì gli occhi e vidi che l’alcolismo mi stava uccidendo. Lo vidi, e non ebbi mai più desiderio di toccare una goccia d’alcol. In effetti, ho persino bevuto qualche volta, dopo di allora, ma mai abbastanza da danneggiarmi. Non potrei farlo, e non lo posso fare ancora”. Ecco di cosa parlo: di consapevolezza. Non di informazioni ma di consapevolezza.

La differenza tra l’avere l’informazione e l’esserne consapevoli è molto grande ed è ciò che ti separa dall’iniziare a migliorare davvero la tua vita!

Le persone che vengono a contatto con informazioni importanti, come quelle contenute nel mio corso gratuito “Cibo industriale segreti svelati” e continuano a comportarsi esattamente come prima sono persone che ancora non hanno raggiunto la consapevolezza del problema, hanno l’informazione, ma non la consapevolezza. Questo rende praticamente inutile l’informazione!

La consapevolezza non è qualcosa di acquisibile da altri, la consapevolezza è qualcosa  che si forma al tuo interno quando tu sei pronto ad accoglierla, quando tu sei pronto ad aprire la porta al cambiamento, quando tu sei pronto a lasciare andare le tue convinzioni passate…

Riporto qui un altro esempio sempre di Antony de Mello:

Un mio amico, dedito a un fumo eccessivo, mi disse: “Sai, si raccontano un sacco di barzellette sul fumo. Ci dicono che il tabacco uccide, ma guarda gli antichi egizi: sono tutti morti, e nemmeno uno di loro fumava”. Ebbene, un giorno cominciò ad avere problemi ai polmoni e così si recò a un istituto di ricerca sul cancro di Bombay. Il dottore gli disse: ” Padre, lei ha due macchie sui polmoni. Potrebbe trattarsi di cancro e quindi dovrà tornare il mese prossimo”. Da quel giorno, non toccò più una sigaretta. Prima, sapeva che il fumo l’avrebbe ucciso; adesso era consapevole che poteva ucciderlo. Ecco la differenza.

In rete, nei libri etc. puoi trovare informazioni… La scintilla però che accende la consapevolezza devi metterla tu!

Può scattare in qualsiasi momento, può scattare mentre stai leggendo un articolo del blog, può scattare mentre fai la spesa, può scattare durante una malattia, può scattare quando meno te lo aspetti… Nel momento in cui diventi consapevole di un determinato problema allora inizi ad agire, inizi a migliorare la tua vita, prendendoti la responsabilità delle tue scelte, agendo in prima persona!

Ti auguro di trovare la tua consapevolezza e di migliorare sempre più la tua vita!

Cliccando qui puoi trovare importanti informazioni sul cibo che mangi tutti i giorni, sono solo informazioni però, il potere di cambiare la tua vita lo hai solo tu ;-)

 

P.s.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo su Facebook o Twitter ;-)

Nessun articolo correlato trovato

  2 comments for “Ecco cosa ti manca per iniziare a migliorare la tua vita…

  1. 7 maggio 2012 at 13:24

    Grande differenza Amos tra conoscenza e consapevolezza. Hai trattato davvero un bel nodo della nostra evoluzione. Finché non scatta il sapere consapevole, che non puoi trasferire in alcun modo, si può solo dare informazioni. E’come dire che si può anche avere acqua per dissetare, ma solo chi ha veramente sete può apprezzare fino in fondo il valore di potersi dissetare. E conoscere questo passaggio permette di comprendere e apprezzare la differenze tra le due cose.

    • Amos B.
      7 maggio 2012 at 15:30

      Ciao Margherita, grazie per il tuo contributo :-)

SCRIVI qui il tuo commento! Non lo hai mai fatto? Un mio piccolo omaggio è pronto per te! lo riceverai sulla tua mail dopo aver inserito il tuo primo commento :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *