La verità sulla vitamina B12

DIFENDI LA TUA SALUTE

Accedi al Corso Gratuito in 5 lezioni che ti svelerà:

  Il segreto più nascosto dalle multinazionali alimentari
  Tutta la verità sugli additivi alimentari
  I 3 errori più comuni sul mangiare sano e come non commetterli più!
Accedi con Facebook
Oppure inserisci qui la tua mail:

La verità sulla vitamina B12Il dibattito sulla Vitamina B12 è aperto e vede numerose posizioni diverse… Qual è la verità?

Innanzitutto qual è il problema?

La vitamina B12 sembra essere l’unica vitamina non presente in una dieta vegana (priva quindi di alimenti di origine animale), ma non tutti sono d’accordo…

Una carenza di vitamina B12 può portare gravi problemi come perdita di memoria, stanchezza, anemia.

La verità sulla vitamina B12
 

Ecco i due punti su cui tutti sembrano d’accordo:

  • La vitamina B12 è, come tante altre vitamine, essenziale per la vita e per la salute

  • La vitamina B12 viene in parte distrutta dalla cottura dei cibi che la contengono


Passiamo ora al più nutrito elenco dei punti di disaccordo.

Esiste disaccordo tra medici sostenitori di una dieta onnivora e studiosi vegetariani, esiste disaccordo tra diverse linee di vegetariani ed esiste disaccordo tra vegetariani e vegani!

Un quadro non del tutto rassicurante per chi sta cercando un poco di chiarezza.

Vediamo quindi i punti di disaccordo punto per punto:

  • Il miglior alimento attraverso cui introdurre la vitamina B12 sono le carni rosse e bianche, in particolare il fegato.

    Affermazione smentita da altri studiosi che affermano: più B12 è presente e meno ne viene assimilata, è quindi vero che la carne, e in particolare il fegato, contiene molto vitamina B12, ma allo stesso tempo è vero che la maggioranza di questa non viene assimilata finendo nelle feci.
    Molto meglio quindi preferire una fonte più bassa di vitamina B12 ma che venga assimilata in maggiore percentuale. Questi studiosi propongono uova e latticini come la miglior fonte di Vit B12, suggerendo di consumare quotidinamente porzioni di uova e latticini

     
  • La vitamina B12 si trova anche sui vegetali grazie all’azione di alcuni batteri, quindi mangiando vegetali non troppo lavati si assume il quantitativo necessario di vitamina

    Affermazione smentita da altri studiosi che affermano che oggi questo non è più possibile a causa delle coltivazioni moderne, dei pesticidi etc. che ci costringono a lavare a fondo la verdura. E comunque la quantità che vi si troverebbe sarebbe irrisoria e quindi non sufficiente.

  • Per integrare la Vitamina B12 è sufficiente assumere un integratore una volta a settimana di 2000 μg

    Affermazione smentita in primo luogo da quanto scritto sopra: assumere grandi quantità di vitamina B12 è il miglior modo per non assimilarla e lasciarla tutta uscire tramite le feci.
    In secondo luogo c’è chi afferma che assumere un integratore in questo caso è l’evidenza della scelta di una dieta sbagliata (lacto-ovo-vegetariani contro vegani). 
    Senza parlare di chi afferma che una dose maggiore di 200μg di vit.B12 potrebbe addirittura risultare tossica per l’organismo

  • Esistono fonti alternative che contengono Vitamina B12: Alcune alghe, soia fermentata, semi di cereali, legumi germogliati, germe di grano, lievito di birra, arachidi.

    Affermazione duramente contrastata da altri studiosi che affermano non essere per niente vero

  • La vitamina B12 non è pericolosa se troppo presente nel corpo

    Affermazione smentita da chi afferma che un eccesso di vitamina B12 rende il sangue meno fluido, provocando “pigrizia linfatica” e quindi possibili anche gravi problemi come ad esempio ictus.

  • Il livello minimo di Vitamina B12 nel sangue è di 156 pg/ml

    Affermazione smentita da chi afferma che questo sia un dato falsificato dalla FDA (Food and Drag Administration) a favore dei produttori di carne, latticini e integratori. Il livello minimo sarebbe di soli 80pg/ml

Quelli elencati sono i principali punti di confusione e di disaccordo.

Possiamo vedere essenzialmente quattro linee di pensiero diverse tra loro:

  1. Dieta Onnivora:  secondo questo punto di vista la mancanza di vitamina B12 non esiste, in quanto vengono mangiati gli unici alimenti che la contengono in grandi quantità carne, pesce, fegato in primis.

  2. Dieta Lacto-ovo-vegetariana: secondo questo punto di vista, sbaglia chi segue una dieta onnivora in quanto assume vitamina B12 attraverso alimenti (carne, pesce, fegato) che portano con sé un sacco di altri problemi, il gioco quindi non vale la candela.
    Molto meglio eliminare questo tipo di alimenti e seguire una dieta a base di vegetali, uova e latticini da cui prelevare la quantità ottimale di vitamina B12 in piccole dosi giornaliere perfette per essere assimilate nella giusta maniere dall’organismo. Non serve quindi nessun tipo di integratore, anzi il suo utilizzo sarebbe inutile in quanto la vitamina non verrebbe assimilata.

    La vitamina B12 è contenuta solo ed esclusivamente negli alimenti di origine animale.

  3. Dieta Vegana con integratore: secondo questo punto di vista, sbaglia chi segue una dieta onnivora o lacto-ovo-vegetariana in quanto nessun prodotto animale andrebbe mai consumato ( questo per motivi etici oltre che salutistici ).
    La vitamina B12 è prodotta dai batteri che vivono sulla verdura, per questo, mangiando verdura “sporca” si assumerebbe  la giusta quantità di B12. Questo però oggi non è possibile, è necessario lavare la frutta e vivere in modo pulito. Per questo è necessario integrare la vitamina B12 con un integratore da 2000 μg  da prendere una volta a settimana.


  4. Dieta Vegana senza integratore: secondo questo punto di vista assumere integratori di vitamina B12 è assolutamente insensato in quanto tutta la vitamina B12 di cui abbiamo bisogno è già presente all’interno della frutta, della verdura a foglia verde, dei semi, delle noci, delle arachidi etc. La vitamina B12 vi è presente  in quantità infinitesimali: esattamente la quantità perfetta per essere assimilata dal nostro corpo assieme a tutte le altre vitamine del gruppo B.
    Tutto questo problema della vitamina B12 è nato per vendere integratori e far ingrassare i produttori di carne e latticini.

Questi 4 punti di vista sono diametralmente opposti e presi uno per uno hanno tutti gli argomenti per sostenere la loro tesi. Inutile dire che ognuno pensa che siano gli altri che sbagliano!

Affermare che ha ragione uno o l’altro è davvero difficile e pericoloso.

Mi limiterò a inserire quella che è la mia opinione personale sul problema.

Io credo nella natura e nella sua perfezione. Ne consegue quindi che una alimentazione veramente naturale, esattamente come dovrebbe essere, non ha carenze di nessun tipo.

Possiamo quindi dire:

o la vitamina B12 è davvero presente nei vegetali e quindi una alimentazione vegana è giusta e naturale, oppure non lo è, e in questo caso una  alimentazione vegana estrema potrebbe essere considerata sbagliata, a meno che, la vitamina B12 non sia veicolata dai batteri che in natura prolificano, mentre invece, nella nostra società moderna, vengono distrutti da disinfettanti vari e lavaggi continui.

Quello che segue è un discorso da un punto di vista meramente salutistico, tralasciando quindi ogni riflessione relativa alla scelta etica.

Credo che tutti gli estremismi siano contro alla salute.
La vitamina B12  è di certo contenuta negli alimenti animali e forse è contenuta in quelli vegetali in piccolissime dosi.

Ancora una volta ribadisco, non esiste la giusta dieta,  non esiste come  insieme di regole da seguire.

La giusta dieta è la conseguenza di un ritorno al cibo davvero naturale privo di sofisticazioni che oggi sono all’ordine del giorno!

Questo per me significa che per rimanere in salute la via migliore non è quella dell’estremismo, con l’eliminazione totale di svariati alimenti, ma la via della qualità e della consapevolezza, che comprende anche il saltuario consumo di quegli alimenti che altrimenti verrebbero eliminati dalla  dieta, a patto che siano del tutto naturali e non siano quindi stati sottoposti alle svariate sofisticazioni della industria e della agricoltura moderna (Scopri come il cibo che mangi ogni giorno viene sofisticato e manipolato per il puro guadagno… CLICCA QUI)

Credo che da un punto di vista salutistico non sia la cosa ottimale utilizzare un integratore di una vitamina, quindi immettere nel nostro corpo quella vitamina completamente libera, slegata dal complesso molecolare in cui naturalmente è inserita. Il nostro corpo non riconosce questo, non ha mai ricevuto nel corso della sua evoluzione quella vitamina in quella forma!

Per questo, credo sia preferibile assumere questa vitamina attraverso veicoli naturali come possono essere le uova (naturalmente provenienti da un allevamento rigorosamente biologico), il formaggio di pecora o di capra (anch’esso ovviamente biologico).
Questo però non significa che sia necessario assumere questi alimenti tutti i giorni, questo andrebbe contro ad altre informazioni che possiamo accumulare che condannano il consumo continuo di tali alimenti.
 

In sintesi questo è il mio personale consiglio per quanto riguarda la Vitamina B12 (questi sono consigli meramente salutistici che non tengono conto del problema etico)

  • Non essere estremista, di tanto in tanto mangia un uovo o un poco di formaggio di pecora o di capra
     
  • Confida nella natura, quando non assumi alimenti animali, consuma alimenti freschi, il più possibile biologici, meglio se coltivati da te, in modo da mangiarli senza lavarli eccessivamente
     
  • Di tanto in tanto, esegui gli esami del sangue e controlla il valore della Vitamina B12 nel sangue, soprattutto se sei in gravidanza o stai allattando. In caso di carenza puoi aumentare per un periodo il consumo di uova e formaggio di pecora o capra, in alternativa se vuoi utilizzare un integratore, valuta la possibilità di prenderne piccole dosi tutti i giorni piuttosto che una grande dose una volta a settimana che è una cosa per niente naturale.
     
  • Infine mangia alimenti il più possibile naturali, evita tutte le sofisticazioni alimentari, mantieni quindi  il tuo stomaco in ottimo stato, in modo che possa produrre le sostanze che si legheranno alla vitamina B12 e ne consentiranno l’assimilazione all’interno dell’intestino.

 

Ricorda, nessuno ha la pura verità in tasca, e soprattutto nessuno ha la formula perfetta per tutti, solo tu hai gli strumenti per crearti la migliore dieta per te stesso, valutando in piena consapevolezza e responsabilità le diverse opinione dei diversi esperti e studiosi del campo, senza dimenticare di ascoltare i messaggi che continuamente il tuo corpo ti invia.

DIFENDI LA TUA SALUTE


"Scopri l'amara verità sul cibo che mangi ogni giorno"

Ecco come riconoscere il cibo sano e non cadere nelle trappole tese dalle multinazionali alimentari


Accedi con Facebook
Oppure inserisci la tua email per accedere gratuitamente al mio corso privato in 5 lezioni!


 

P.s

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo su Facebook, Twitter o G+



 

  17 comments for “La verità sulla vitamina B12

  1. Mario M.
    30 luglio 2012 at 11:35

    Apprezzo l’articolo ma non condivido alcune affermazioni, soprattutto questa:
    “Questo per me significa che per rimanere in salute la via migliore non è quella dell’estremismo, con l’eliminazione totale di svariati alimenti…”
    Chi stabilisce che determinati alimenti devono essere assunti. Per noi è normale assumere latte di vacca, ci sono miliardi di persone che non lo hanno mai fatto ma non per estremismo.
    Ci sono popolazioni che mangiano insetti e topi, altre serpenti,… ecc. ci sentiamo estremisti e privandoci di tali alimenti?
    Io sono vegano crudista da tempo e credo che sia la strada giusta per la salute (assieme a esercizio fisico, aria, sole e assenza di strss). Dare al corpo gli alimenti giusti eliminando gli altri, non lo ritengo estremismo.

    • Amos B
      30 luglio 2012 at 11:56

      Ciao Mario, benvenuto su Miglioriamoci!

      Per estremismo intendo chiudersi in qualche modo dietro un dogma senza più valutare tutto il resto.

      Nel momento in cui si ha la certezza totale che determinati alimenti non vanno mangiati, che la dieta che si segue è completa e perfetta allora non è giusto seguirla, ma è importante rimanere sempre aperti a tutto il resto, senza condannare nuove informazioni rinchiudendosi dentro a una sorta di dogma.
      La certezza totale è qualcosa di davvero difficile da raggiungere da un punto di vista materiale, a ben guardare esiste sempre qualche elemento contrario, quello che intendo per estremismo è il non voler vedere gli elementi contrari e non valutarli per quello che sono cestinandoli sminuendoli e minimizzandoli…

      • Elisa
        6 dicembre 2013 at 18:02

        Salve Amos.

        “Per estremismo intendo chiudersi dietro qualche dogma senza più valutare tutto il resto”

        Qui non si tratta di giudicare se la dieta vegana è estremista o no. Il fatto che al di là di ciò che tu chiami dogmi, la dieta vegana purtroppo è l’unica che evita sofferenze agli animali e forse è anche ormai l’unica sostenibile. Dogmi ce ne sono fin troppi riguardo alla carne, riguardo al pesce, riguardo a innumerevoli alimenti. Come ha scritto Mario M. ci sono diverse popolazioni nel mondo che non sanno neanche che soa significhi mangiare carne o pesce. Dovremmo tutti porre più attenzione forse a certi temi. Le sofferenze inimmaginabili a cui gli animali sono sottoposti per supernutrire una parte della popolazione mondiale e denutrire bambini che muiono di fame dovrebbe essere già di per se un incentivo al cambiamento. Non so come qualcuno riesca a mangiare un hamburger o una cotoletta di maiale dopo aver visto certe immagini sugli allevamenti intensivi su youtube. Poi magari quelle stesse persone predicano la pace, l’amore, la “spiritualità”.

  2. 30 luglio 2012 at 15:07

    Complimenti per l’articolo,

    oggi c’è troppa confusione, troppe informazioni che collidono l’una con l’altra!!!
    Sono daccordo con te sul seguire una dieta che segua la via della qualità e della consapevolezza…

    Personalmente seguo una dieta basata sulle origini e tradizioni della terra in cui sono nato e cresciuto, limito la carne e i latticini e quando sento che il corpo me li richiede li assumo con gioia e felicità!!!

    Mi piace molto provare cucine diverse dalle nostre e lascio che rimangano una sfiziosità!

    Penso che solo il nostro corpo sa cosa sia giusto per noi e quale sia l’alimento migliore da assimilare per mantenerci in salute…

    Come dici tu è importante ascoltare i messaggi che il nostro corpo ci trasmette…

    Grazie continuo a seguire i tuoi consigli…

  3. Amos B
    30 luglio 2012 at 15:42

    Grazie Rocco per i complimenti :-)

    Sono d’accordo con te, sopratutto sulla frase:

    “Penso che solo il nostro corpo sa cosa sia giusto per noi e quale sia l’alimento migliore da assimilare per mantenerci in salute…”

  4. 30 luglio 2012 at 21:25

    Ciao Amos sai che sono vegano ormai da piu’ di un anno, ma oltre a questo sono anche un tecnico di laboratorio chimico-biologico (nonche’ capotecnico in chimica industriale e direttore di impianti di depurazione) quindi conosco il valore e il peso delle analisi soprattutto quelle del sangue e dopo sugli alimenti !! Che dire i tuoi articoli sono sempre i benvenuti (aspetto che invece passi tu al comando a salutarmi quando vuoi se mi avverti per tempo ti preparo un tisana sapendo che non ami molto le cose “industriali” !!!)le prime cose che ho fatto dopo 6 mesi di veganesimo e fare delle analisi sanguinee approfondite (quindi ricercando anche la B12 ed altro !!! con la mia dottoressa nel panico dopo che aveva mi visto perdere 15 kg in 6 mesi !!!) risultato le mie analisi sono perfette su tutta la linea !!!la B12 e nei livelli (tra l’altro abbastanza elevati secondo me !!! io sono a 300 pl (http://www.msd-italia.it/altre/manuale/sez11/1270934c.html) ma come si evince da questo ottimo articolo la carenza per una persona in salute e che è stata onnivora fino a poco tempo fa’ si potra’ notare solo tra molti anni !!! Cio’ non di meno per far star tranquilla mia moglie e la mia dottoressa sto assumendo la long life da un po’ di tempo (finito il primo flacone faro un nuovo controllo per vedere se c’è stato un gran cambiamento nelle concentrazioni ematiche di questa importante composto (ricordo che serve ad innumerevoli reazioni chimiche vitali !!!), pure io pensavo che fosse presente nel lievito di birra (che tra l’altro assumo come fiocchi al posto del parmigiano e devo dire che è ottimo, non ai livelli del re dei formaggi ma cmq un buon surrogato sicuramente meno pericoloso !!!), quindi lo studio e il comportamento sulla B12 è cosa che mi riguarda in primissima persona, le mie cugine sono vegane da 25 anni e non hanno mai assunto B12 (sono in salute e stanno bene e se gli parli della B12 ti rispondono : e che è un tipo di pistola o di mitra ahahahah), come vedi è veero quello che dici sul sentirle certe cose io personalmente non sono estremo come Mario (onore e rispetto per i crudisti !!) ma nemmeno posso accettare il consumo di latte e uova (soprattutto di latte dato che la caseina è scientificamente dimostrato come il potenziatore dell’iniziazione sui foci in cellule neoplastiche, e non mi dire che non hai letto The China Study lo hai anche pubblicizzato !!!!) per cui diciamo che i vegani tradizionali hanno veramente poco da temere dalla mancanza di B12 e se ne hanno riscontro dalle analisi bastano 18 euro di pasticchette (lo*g li*e) bada non sono settimanali pero’ ma mensili !!! e i 2000 ug che si introducono si è vero vengono in maggior parte eliminati dalle feci !!! ecco perchè se ne prendono 2000 perchè anche chi fa le pasticche non è sicuro dell’assorbimento che varia moltissimo !!!

    • Amos B
      31 luglio 2012 at 09:13

      Ciao Fernando, grazie per il tuo ottimo ed esauriente intervento!

      Certo che ho letto The China Study ;-) per questo non suggerisco il consumo di latte soprattutto di mucca ma solo il consumo di formaggio di pecora o capra che contiene una caseina diversa… Ovviamente senza mai esagerare!

  5. 1 agosto 2012 at 22:44

    Ottima analisi, Amos; che condivido in pieno..! Una scelta troppo radicale nel mangiare non può essere una scelta salutista, perchè comunque “vizierebbe” l’organismo e lo renderebbe inevitabilmente più fragile in qualche sua parte. Inoltre non bisogna dimenticare, come tu spesso ci hai evidenziato, come il modo in cui avviene l’assimilazione del cibo nel nostro corpo dipenda anche da fattori psicologici, dunque è la mente che predispone l’organismo all’accettazione o meno di quanto ingurgitiamo, dunque una eccessiva rigorosità può rappresentare una debolezza in più….Il problema è ritrovare l’armonia generale con la natura, che abbiamo completamente perso….

    • Amos B
      2 agosto 2012 at 08:54

      Esatto Fabio, ritrovare l’armonia con la natura è la cosa più importante!

  6. laura
    4 dicembre 2012 at 12:48

    io credo che se prendiamo in esame gli indù loro non mangiano ne latticini ne carne ne uova eppure stanno benone e campano pure tanto.dunque come la mettiamo?diciamo che ognuno cresce come è la sua cultura e il corpo vi si abitua,il comune denominatore è la naturalità degli ingredienti ecco tutto,almeno secondo me

    • 4 dicembre 2012 at 14:04

      Sì Laura, la naturalità degli ingredienti è alla base di tutto ;-)

  7. Fiorella
    12 settembre 2013 at 16:39

    Buongiorno Amos, sono molto lieta di essere entrata (per caso) nel suo blog –
    Ero alla ricerca di informazioni – piuttosto precise -, sull’assunzione di B12 – A casa siamo – per motivi etici-, vegetariani, che non consumano latte ne latticini –
    L’unico alimento che ci divide dal veganesimo, è …l’ovetto ! Nonostante , io le uova le paghi il triplo…andandomi a cercare soltanto quelle “cruelty free” ( e spero che lo siano ), preferirei eliminarle del tutto, ma temo per eventuali carenze, appunto di B12 –
    Ho trovato interessante il contenuto del suo articolo, ed interessanti anche le risposte, ed ho appreso ulteriori informazioni utili –
    Complimenti, cercavo un posto serio come questo – Un cordiale saluto -

    • Amos B.
      12 settembre 2013 at 16:51

      Buongiorno Fiorella, benvenuta su Miglioriamoci e grazie per i complimenti :-)

  8. Giovanni Morenghi
    9 novembre 2014 at 14:30

    Quest’anno festeggio 30 anni da Vegan.
    Cosa posso dirvi?
    Auguro a tutti di avere energia e forza da vendere come il sottoscritto.
    Dopo anni di conferenze, dibattiti e discussioni,
    non intendo più convincere nessuno.
    Egoisticamente mi occupo solo di rimanere in forza e salute
    il più a lungo possibile.
    Il prossimo anno compio 60 anni.

    P.S. L’ultimo problema di salute è stato nel Maggio 1984: un mal di testa.

  9. Francesca Giannini
    9 novembre 2014 at 23:54

    Buonasera Dott. Amos,
    Avrei un quesito da porle:
    Ho iniziato a praticare da poco esercizio fisico per perdere qualche chilo, vado a correre circa 2 o 3 volte alla settimana, 6-8 km per sessione.
    Gli amici con cui ho iniziato a correre mi hanno consigliato di assumere degli integratori visto che mi sento sempre stanca dopo l’esercizio fisico, ho comprato questi: http://dottorbianchi.it/named-sport-bcaa-advanced-300-compresse.html Secondo lei possono andare bene da assumere ovvimente seguendo anche una sana e variegata alimentazione? Quante compresse dovrei assumnere giornalmente? C’è qualche controindicazione? non credo, essendo un prodotto naturale.
    Grazie francy

    • Amos B.
      12 novembre 2014 at 14:16

      Buongiorno Francesca, premetto innanzitutto che io non sono un medico, se vuoi puoi legere la mia storia completa qui:
      http://www.miglioriamoci.net/?page_id=8

      Detto ciò l’integratore di cui parli a mio parere non è tra le scelte migliori, è come immettere benzina ad alto tenore di ottani ( quella utilizzata nelle gare di formula uno) dentro a una panda scassata: l’effetto forse si sentirà un poco ma a lungo andare saranno di più i danni che i benefici…

      Se desideri aumentare la tua energia trovi i miei migliori consigli in questo breve report che ti suggerisco di leggere con attenzione:
      http://www.miglioriamoci.net/wp-content/uploads/2014/03/Energia.pdf

      • Francesca Giannini
        12 novembre 2014 at 16:28

        La ringrazio per la risposta, vado subito a leggere gli articoli che mi hai linkato.
        Cercherò di approfondire il tema facendo maggior attenzione.
        Grazie

        francy

SCRIVI qui il tuo commento! Non lo hai mai fatto? Un mio piccolo omaggio è pronto per te! lo riceverai sulla tua mail dopo aver inserito il tuo primo commento :-)

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *